Fratture centro-facciali

Le fratture naso-orbito-etmoidali (NOE) coinvolgono il centro del massiccio facciale determinando depressione frontale, appiattimento e allargamento della piramide nasale, deformità delle orbite, gonfiore ed ecchimosi palpebrale.

Le fratture NOE possono causare importanti complicazioni funzionali a causa della loro prossimità a cervello, occhi e naso.

Le principali conseguenze comprendono disturbi visivi, infezioni orbitarie, meningite, ascesso cerebrale, perdita dell’olfatto, aumentata distanza tra le orbite e deformazioni facciali.

La diagnosi precoce di una frattura naso-orbito-etmoidale e il trattamento chirurgico immediato (fino a 4 giorni dopo il trauma) sono determinanti al fine di consentire un adeguato riposizionamento dei frammenti scheletrici e per ridurre il rischio di complicanze.

Le deformità fisiche e le alterazioni funzionali derivanti da una frattura centro-facciale non riparata possono essere gravi e difficili da correggere già dopo 10-12 giorni dal trauma.